Il destino del mitomane

 

I narcisisti sono persone sveglie e molto intelligenti. Il problema è districare la verità dalla menzogna, individuare la linea di confine tra realtà e fantasia e calibrare spessore e sostanza in mezzo a tanta aria fritta, falsità e ipocrisia. Quando si analizza la loro personalità con un certo distacco, lontani dal coinvolgimento e dal caos emotivo provocato della rottura, ci si accorge di come, in realtà, riescano a enfatizzare i tratti negativi e ad investire nelle capacità più mediocri a scapito di quelle più promettenti. Nella scelta di quali talenti far emergere e quali, invece, soffocare opteranno sempre per quelli che meglio si addicono alla loro indole pomposa e teatrale. Sopprimeranno tutti quei doni naturali che mal si adattano alla glorificazione della propria unicità, del proprio splendore, della propria prodezza sessuale e del riconoscimento, da parte della società, della propria estrema e incontestabile magnificenza.

Non avendo però consapevolezza di sé, questo bisogno sfrenato e prepotente di sentirsi unici, investiti di importanza cosmica e riconosciuti da tutti è destinato a mettersi inesorabilmente di traverso e il senso di diritto finirà con il rivelarsi scarsamente commisurato ai risultati davvero raggiunti nella vita, alle reali capacità e ai veri meriti.

Quando il mondo non si piega alle loro richieste e non supporta le proclamate fantasie di grandiosità, i narcisisti sospettano una trama ordita ad opera dei loro inferiori, un complotto organizzato ai loro danni e rimuovono dalla mente le informazioni che si scontrano con l’immagine che hanno di se stessi. Questo comportamento, che rientra nella sindrome di Gulliver, è un serio problema cognitivo che può avere serie conseguenze. E’ raro che venga ammessa una debolezza o uno sbaglio. La parola “autocritica” non rientra nel loro vocabolario.

E’ molto frequente che siano rivendicate fantasiose prodezze sessuali, ricchezze e conoscenze, un inesistente glorioso passato fatto di improbabili successi. Ma anche se l’interlocutore può sentirsi inizialmente spiazzato e credere a tutte le sue storie, la vita è lunga, il momento della verità non tarderà ad arrivare e il narcisista sarà destinato ad essere allontanato, ritenuto  un elemento di disturbo in qualsiasi gruppo , deriso, beffato e considerato quello che è: un mitomane.

Astra

20 thoughts on “Il destino del mitomane

  1. Ciao Astra. Ho 20 anni e sono stata per 2 anni con un ragazzo border line ( la mia psicoterapeuta lo ha definito tale dopo averle riferito determinate vicende ).
    Mi ha lasciata lui, oggi sono 3 mesi da quel giorno.
    Ho letto e riletto tutti gli articoli del blog e, purtroppo o per fortuna, mi sono rivista nella maggior parte di essi.
    Vorrei chiederti di approfondire o riprendere, se possibile, l’argomento inerente al ritorno del border line. Può tornare anche se è stato lui a lasciarmi?

    Liked by 1 persona

    • Francesca, di solito tornano e trovi riferimenti alle ricatture dei borderline, narcisisti e psicopatici (che, nonostante le sfumature, per me sono la stessa cosa e cioè esseri nocivi assolutamente da tenere alla larga) in tantissimi articoli del blog. Mi rendo conto che quando finisce una storia a cui teniamo non vediamo l’ora che il carnefice ritorni ma ti chiedo: vuoi davvero un uomo così negativo accanto a te? Non credi di meritare di più?

      Mi piace

      • Io non voglio assolutamente tornare con lui!
        Non ho mai avuto momenti di mancanza e/o di debolezza (per fortuna).
        Mi sono resa conto che non è possibile sentire la mancanza di un’assenza.
        Ma ho davvero tanta voglia che lui torni da me strisciando, per avere io la soddisfazione di chiudergli un portone in faccia.
        Ti chiederai: “A che pro?”. Non lo so, chiamalo ego, chiamala vendetta o forse anche semplice solitudine, di chi ancora, come me, non ha trovato un’altra persona che sicuramente sarà migliore di lui a priori.
        E’ tornato meschinamente dalle ex stando a ciò che ho potuto notare, ex che con me aveva pesantemente denigrato e di sua spontanea iniziativa..
        Ex ora felicemente fidanzate da anni..

        Liked by 1 persona

      • Francesca cara, sono desideri legittimi e razionali. Ci siamo passati tutti. Ma vedrai che più passa il tempo e meno te ne importerà. E se proprio vuoi prenderti questa soddisfazione, mettiti sulla riva del fiume e aspetta, prima o poi quel momento arriva. Ti consiglio di leggere, fortificarti e prepararti a gestire il suo ritorno al meglio. Notte cara.

        Liked by 1 persona

      • Sono una paziente della dottoressa Conti, per fortuna ho lei e questo blog.
        Grazie mille per quello che fai!

        Mi hai fatto venire in mente il proverbio cinese che recita : ” Siediti lungo la riva del fiume e aspetta, prima o poi vedrai passare il cadavere del tuo nemico ” .

        Grazie ancora, buona notte

        Liked by 1 persona

  2. Non ci posso credere … quel proverbio cinese è anche il mio … inno all’attesa, ad aver pazienza, ad allontanare la rabbia e la voglia di vendetta (che ora mi accorgo di sfogare leggermente anche su mia figlia dopo che è stata con lui e la sua nuova amica) perchè con questi personaggi tutto torna, ed il tempo mi/ci darà ragione!!!
    E …. no contact!!!

    Liked by 1 persona

  3. Io credo di avere ancora un problema di forte conflitto tra la parte razionale e quella emotiva. Mi ritrovo in tutti gli articoli del blog, so che la mia salvezza è stargli alla larga, ci sto riuscendo da mesi anche se sono costretta a vederlo per lavoro (e questa è una tortura che purtroppo rallenta la mia guarigione) eppure provo una gelosia insopportabile. Lo vedo con la nuova preda, immagino tutto l’eccitante teatrino delle fasi iniziali in cui somministra le dosi letali di buona droga…e nonostante sappia che si tratta dell’ennesima povera vittima, mi fa un male cane. E a volte perdo le speranze di riuscire a uscirne davvero e a riprendere in mano la mia vita. Faccio cose, vedo gente come diceva qualcuno, ma il pensiero è fisso a lui. Rivedo scene di vita, non posso credere di aver passato anni in quel modo, a rompere e ricucire, a odiarlo e desiderarlo, ad aspettarlo in preda all’ansia e a chiedermi come poteva essere che la persona che mi aveva fortemente voluto ed esaltato potesse usarmi tanta violenza. Perché provo ancora desiderio di lui? perché pensarlo con altre mi fa ancora così male?

    Mi piace

    • Ester il passaggio dalla consapevolezza razionale alla distanza emotiva ha tempi diversi. Se c’è il lavoro di mezzo e sei costretta a vederlo in continuazione è ovvio che è tutto rallentato. Ma devi lavorare molto su di te e smontarlo nella tua testa. Più che invidiare la tonta di turno per i teatrini iniziali dovresti compiangerla. Ricorda il trauma di quando hai capito che la storia era tutta un film. Credo che sia una delle sofferenze più forti che si possano provare. Vorresti stare nei panni di una povera vittima che deve ancora scoprire tutto?

      Mi piace

  4. Tornano Francesca, stanne certa .
    Ho passato 15 anni della mia vita con un uomo che solo dopo la fine della storia ho capito essere borderline.
    Sono stati 15 anni di promesse ….mai mantenute ….sono stata 15 anni in attesa di un qualcosa che non è mai arrivato ….quando si parlava di convivenza ad esempio , era arrivato al punto di farmi dare la disdetta di casa mia per poi tirarsi indietro all’ultimo.
    Dopo la fine della nostra storia ( mi ha lasciato lui) ha subito iniziato una nuova relazione , per due anni e mezzo , io e la nuova compagna ci siamo alternate e sovrapposte ….oggi andava tutto alla grande …il giorno dopo spariva per giorni .
    Potete immaginare il mio stato emotivo di quel periodo ….dopo l’ennesimo periodo idilliaco tra di noi ….e’ improvvisamente sparito …staccando il cellulare alla mia disperata richiesta di spiegazioni .
    Sono andata a questo punto a chiedere spiegazioni a lei ….che teneva in sospeso quanto me ….dopo il chiarimento con lei ….la sera stessa ….mi ha bloccato il contatto.
    Sono stati 4 mesi di silenzio e di domande alle quali non riuscivo a dare una risposta ….l’ho trovata ….scoprendo questo blog .
    Poi un giorno ….la chiamata ( io avevo cancellato il suo numero) …al mio pronto ….la sua risposta e’stata …ciao sono io ….
    Oggi aspetta un figlio dalla sua compagna , mi ha sbloccato su watshapp , e mi invia messaggi deliranti ….dove da carnefice , e’passato a fare la vittima …dove mi accusa di aver messo in piazza la nostra storia , senza considerare minimamente che il mio comportamento e’stato semplicemente la conseguenza del suo tradimento e della sua mancanza di rispetto .
    Quindi mi sento di consigliare una cosa …il NO CONTACT più assoluto ….perché queste persone hanno la potenzialità di ribaltare la situazione , e farti passare per la persona che non sei ….e sopratutto ….queste persone NON CAMBIANO !
    La mia …ancora oggi ….con una donna accanto …è un figlio in arrivo …cerca scuse per continuare a contattare la sua ex ….e credo di aver detto tutto!

    Mi piace

  5. Io a volte temo che la maggioranza degli uomini sia cosi oramai…temo di restare sola a vita perchè non sarò capace di trovarne uno decente! Sono fidanzata con un narcisista da più di due anni e vorrei trovare la forza di lasciarlo, ma non ci riesco…vorrei tanto leggere testimonianze di donne che ne sono uscite e hanno trovato una persona per bene!

    Mi piace

    • Ciao Desert,
      capisco a pieno come ti senti.
      In due anni non ho mai trovato la forza di lasciarlo nonostante fossi pienamente convinta che non era la persona per me.
      Ho adottato la psicologia inversa: ho cominciato a distruggerlo, criticarlo, fargli presente tutte le sue mancanze ed i suoi fallimenti continui sia in ambito lavorativo che non. A forza di buttarlo giù ho dissacrato il suo ego tanto da meritarmi la svalutazione più totale della mia persona/figura. Era inevitabile del resto, ed era ciò che volevo.
      Così mi ha lasciata lui, ma sono stata io a farmi lasciare.

      Di testimonianze le trovi a iosa, io oggi come oggi dopo 3 mesi dalla chiusura vivo di questo blog e di tutto ciò che trovo in merito in rete.

      Devi farti forza da sola ma al contempo essere consapevole, paradossalmente, che non sei sola: siamo tantissime!

      E soprattutto, non metterti inutilmente in croce.. Tutti sono migliori di lui, e pochi sono come lui. Forza e coraggio, ti devi volere bene.

      Mi piace

    • E proprio qui è il punto: la paura di restare sola ti attanaglia nella dipendenza affettiva, il narcisista lo sa e vive della tua insicurezza. Una sana fiducia in te stessa ti rende più autonoma. Una buona autostima non ti fa avere paura della solitudine perché ti insegna ad essere autosufficiente dal punto di vista emotivo. Solo questa autoconsapevolezza ti mette al riparo da incontri sbagliati e ti fa scegliere per il meglio.

      Liked by 1 persona

    • tre psicopatici,l’ultimo devastante per inganni bugie sparizioni e ritorni,per quasi un anno mi ha invasa con pianti promesse stalking minacce e giuramenti di cambiamento. …tutto falso ,storie parallele e menzogne continue. Ma io ho letto ,mi sono documentata e tra dolore immenso,orrore e rabbia ho incontrato un uomo meraviglioso che ama e rispetta me ed i miei figli,che non mente,non fugge,nom manipola…il mondo è fatto nonsolo di mostri travestiti da uomini ma anche e soprattutto da uomini veri.allontanati dal mostro perché vuol convincerti che tu non sei nulla eche lui è e puo tutto….ma mente come al solito.no contact…

      Mi piace

  6. Il mio ex con cui ho avuto una storia fatta di tira e molla e promesse non mantenute per ben 15 anni , 3 anni fa finalmente mi molla e dopo qualche mese si ributta in una nuova relazione .
    Dopo poco torna a cercarmi, ancora tante promesse…tante attese…in pochissimo tempo torniamo a frequentarci , in attesa che riesca a trovare il momento giusto per lasciare l’altra ….passano i mesi …e anche gli anni ….ben 2 e mezzo in cui io e la malcapitata ci siamo alternate e sovrapposte ….
    Un mese si …un mese no …un mese forse ….mi sembrava di vivere sulle montagne russe ….stavamo divinamente insieme ….poi spariva per giorni …poi tornava….
    Dopo gli ultimi 2 mesi fantastici ….sparisce di nuovo ….ovviamente mi aveva promesso giurato e scongiurato che con lei aveva chiuso da mesi ….
    Questa volta ….davanti all’ennesimo telefono spento ….sono andata a chiedere spiegazioni a lei ….per scoprire che ….era rimasta appesa ….a promesse e aspettative tanto quanto me ….
    Stavolta , colto in flagrante …anzi che darmi una seppur minima spiegazione , mi blocca ogni contatto …e sparisce per mesi ….
    Mi ha ricercato qualche settimana fa ….esordendo al telefono ( dopo che io avevo cancellato il numero) con un candido ….ciao sono io …., lei è incinta ….devo prendermi le mie responsabilità , ma volevo tu lo sapessi da me ….
    Continua a cercare una scusa per vedermi ….io tengo duro e non mollo ….solo da pochi mesi ho capito leggendo il vostro blog …che questa persona è’ malata , credo sia un borderline , o comunque una persona che non sa gestire nessuna situazione sentimentale , una persona che semplicemente non sa amare ….
    Cosa provo? Rabbia …tanta ….non verso di lui ….che considero malato….ma verso me stessa per avergli dedicato 15 anni della mia vita e per essermi trovata piena di corna ed insicurezze ….le stesse che sta facendo provare alla sua nuova compagna alla quale ha candidamente confessato che vuole riallacciare i rapporti con me ( suo figlio nasce tra pochi mesi) .
    Mi guardo indietro ….e mi sembra che qualcuno abbia vissuto tutto questo al posto mio!
    Tornano??? Certo che tornano …chi prima e chi dopo ….ma sta a noi …solamente a noi …farli tornare …da dove sono venuti !

    Liked by 1 persona

    • By per fortuna stai acquisendo consapevolezza che il problema è lui e non sei tu che non riesci a farlo innamorare come vorresti. E’ questo il meccanismo che serve per uscire dalle sabbie mobili che sono le relazioni con narcisisti, psicopatici e borderline, chiamali come vuoi. Sono persone drammaticamente disturbate di mente che non trovano il proprio equilibrio nemmeno sulla luna.

      Mi piace

  7. Ciao ragazze .. io ho una situazione del genere situazione che ancora vivo a causa anche di violenza personale.. ho denunciato o rit la denuncia ma secondo voj una persona del genere.. oltre a far violenza psicologica e della persona .. può arrivare ad uccidere o sn solo cattiverie.. mi dicono di nn aver paura ma nn riesco.

    Mi piace

    • La violenza fisica è presumibile che sia preceduta da violenza psicologica. Questo per dire che qualsiasi serial killer è un uomo disturbato ma ciò non significa che tutti gli uomini disturbati siano serial killer.

      Mi piace

  8. É vero.Quando ci si accorge con chi abbiamo avuto a che fare questa persona diventa piccola piccola,ma peggio,ci chiediamo come abbiamo potuto… Sono veramente degli esseri fermi all’infanzia ma il loro modo di apparire é davvero sorprendente.
    Volevo dare un esempio lampante di quanto questi elementi siano privi di empatia e di alcun sentimento.Come giá dichiarato la mia n/p,che conoscevo da tre anni,ha carpito il mio cuore e mi ha avuto a disposizione per otto mesi.Con i miei figli é stata sempre affettuosa e quasi materna.Io,all’inizio,sono sempre stato un papá da ammirare,come diceva spesso,per presenza e amorevolezza.Naturalmente dopo qualche mese,tra le altre mancanze,un genitore irresponsabile e negativo.I suoi figli? Immersi nel silenzio,assolutamente incomunicanti.Insomma giá compromessi.E questomi dava piú che un’indicazione…
    Quest’estate pago la vacanza a lei e ai suoi.La facciamo tutti insieme.Ancora protettiva verso i miei ragazzi vengo screditato sempre di piú.E comunque dimostra di avere gran cuore per loro.Veniamo all’esempio.Mio figlio pochi giorni fa é stato investito da un’auto e,miracolato,se l’é cavata con contusioni e tanto spavento.Lei é stata informata dell’accaduto da conoscenti in comune.Con il mio bambino ha vissuto tutto il mese di agosto 24/24h oltre che,in questi mesi,a gite ed innumerevoli serate a giocare tutti insieme.Morale? Non ho ricevuto un messaggio uno per chiedere delle condizioni di mio figlio,mentre venti giorni fa,aprendo e chiudendo la chat di whats’app,mi ha richiesto un oggetto che ha lasciato in casa mia…
    Queste persone non conoscono metro ne vergogna,e,dopo un episodio come questo,capisco come durante un incendio potrebbero scappare dalla propria casa senza pensare a moglie e figli che stanno bruciando vivi.Tremendo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...