Tornare a vivere

Featured image

Hai imparato a identificare i tratti psicopatici e i modelli di comportamento , nonché a individuare cosa sia stato ad attrarre lo psicopatico a te – e viceversa-. Abbiamo affrontato anche la questione dell’importanza del no contact di qualsiasi tipo, passivo o attivo, per essere in grado di guarire dalla relazione tossica. Diciamo che ora puoi riconoscere le caratteristiche della psicopatia e del narcisismo; stai mantenendo il no contact ma rimugini in modo ossessivo sulla relazione e in qualche modo ti senti ancora intrappolata. E, allora, cosa fare?

La mia risposta potrebbe sembrare circolare: devi fare tutto il possibile per andare avanti e voltare pagina. Più che pensare all’ex psicopatico, rendi la tua vita traboccante di interessi e attività; concentrati sulle relazioni con le persone che davvero tengono a te e ti sostengono; cerca di fare nuove, autentiche amicizie; ritrova l’energia di una volta e riversala nel lavoro o negli obiettivi di vita, anche quelli che puoi aver abbandonato durante la relazione tossica. Prendere atto della verità sullo psicopatico e sulla storia con lui è essenziale per poter lasciare alle spalle quella persona e i momenti trascorsi insieme. Tuttavia, rimanere ancorata al  passato e continuare a ruminare– alle spese di altre relazioni o altri obiettivi di vita- diventa un’altra prigione.

Anzi, potrebbe favorire lo sviluppo di tratti della personalità non desiderati , come la paranoia e la sfiducia estrema nei riguardi degli altri esseri umani. Vorrei citare, come esempio, il clima di sfiducia reciproca che si respirava sotto la dittatura di Stalin, in cui la gente accusava i componenti della propria famiglia e gli amici di dissidenza- o di tradimento verso la società comunista e i suoi  principi-mettendo l’uno contro l’altro. Questo fenomeno può verificarsi sempre e ovunque, anche se è più accentuato nelle dittature guidate da tiranni psicopatici.

Sì, è importante essere prudenti; prestare attenzione ai campanelli di allarme nelle nuove relazioni, o anche nelle vecchie;essere a conoscenza dei sintomi dei disturbi della personalità; allontanare tutti gli individui disturbati dalla nostra vita. Ma, quello che si deve evitare, è diventare patologici e vivere in un’atmosfera di paranoia puntando il dito versi gli altri a destra e sinistra e consumarsi nel sottostante disprezzo e nella sfiducia che caratterizzavano la relazione con lo psicopatico.

Voltare pagina vuol dire, come esortavano a fare Aristotele e gli altri filosofi greci, condurre una vita a tutto tondo; significa trovare supporto e documentazione su quello che ti ha riguardato, su questo blog o anche altrove, senza trascurare gli altri aspetti della tua vita- famiglia, amici, lavoro, obiettivi, sport, divertimento. Sono anche questi a liberarti dal passato doloroso e aiutarti a fuggire dalla prigione mentale. Perché tu possa tornare finalmente a vivere.

Traduzione Astra

https://psychopathyawareness.wordpress.com/2011/07/07/moving-on-life-after-the-psychopath/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...